14 dicembre 2017
original

INFLUENCER MARKETING
Continua il monitoraggio AGCM e lo IAP ribadisce le linee guida della Digital Chart

L’AGCM ha comunicato di aver concluso la moral suasion avviata a luglio di quest’anno nei confronti della comunicazione di alcuni influencer su Instagram ai quali aveva chiesto di rendere trasparente i loro post mettendone in evidenza il carattere promozionale. L’Autorità ha ritenuto che gli influencer abbiano recepito le indicazioni richieste inserendo chiare avvertenze sulla finalità promozionale dei contenuti diffusi tramite social media.

Com’è noto, grazie all'importante lavoro delle commissioni UPA, lo IAP ha varato già nel giugno del 2016, poi ampliata nel giugno di quest’anno, una Digital Chart nella quale vengono esemplificate le modalità da adottare per rendere riconoscibile la natura commerciale di alcune specifiche forme di comunicazione online, fra cui l'influencer marketing. La chiusura del procedimento dell’Autorità sancisce implicitamente la correttezza delle indicazioni della Digital Chart dal momento che alcuni degli influencer sottoposti a verifica hanno modificato la loro comunicazione semplicemente seguendo le indicazioni previste dal testo autodisciplinare.

Il controllo su queste pratiche continua sia da parte dell’Autorità che dell’Autodisciplina; è quindi importante che gli operatori si adeguino, potendo trovare nelle linee guida della Digital Chart IAP indicazioni precise per ogni specifico caso, per rispondere in modo adeguato alla richiesta di trasparenza e correttezza.

Vai al comunicato stampa dell'AGCM

Vai alla Digital Chart IAP




Audiweb


Presentazione della nuova ricerca Audiweb 2.0

Il 15 novembre è stato presentato a Milano il nuovo sistema di rilevazione Audiweb 2.0. Fra le principali novità esposte: la produzione di dati giornalieri e settimanali, la combinazione di dati censuari e panel, la misurazione più accurata delle audience mobile. I primi dati saranno disponibili entro il primo trimestre del 2018. Audiweb è la ricerca sulle audience web punto di riferimento per le pianificazioni pubblicitarie e condivisa da tutto il mercato dell'advertising: le aziende che investono attraverso Upa, le agenzie e i centri media attraverso Assocom e i mezzi rappresentati da Fedoweb.

Per maggiori informazioni



UPA Academy Business


Presentazioni dell'incontro di formazione UPA "Analytics, CRM, DMP: come impostare la propria data strategy"

Dato il notevole riscontro di iscritti, ieri abbiamo replicato l'incontro di formazione riservato agli associati "Analytics, CRM, DMP: come impostare la propria data strategy", a cui hanno partecipato i relatori Paolo Serra e Marco Fontebasso di Kahuna.

Scarica la presentazione (area riservata)



UPA Academy Alta Formazione


15 borse di studio per il Corso di Alta Formazione 2018

Il Corso di Alta Formazione UPA "Comunicazione d'azienda nella network society" partirà a gennaio 2018 ed è rivolto a giovani di talento, laureati con un brillante percorso di studi, e ha il supporto di alcune importanti aziende associate e di protagonisti di primissimo piano del mondo della comunicazione: Auditel, Ferrero, Generali Italia, IGP Decaux, Intesa SanPaolo, Google, LA7, Lavazza, Mediamond, Nielsen, Pellini Caffé, Piemme, Publitalia, OPQ, Rai Pubblicità, RTL102,5. E' organizzato in collaborazione con Bologna Business School, Università Cattolica e IULM.

Per maggiori informazioni e per iscriversi



Ad Blocking


Aggiornamenti sulla Coalition for Better Ads

Abbiamo recentemente informato le aziende associate sugli sviluppi della Coalition for Better Ads, di cui UPA fa parte, che sta affrontando il tema del blocco di alcuni formati pubblicitari invasivi, rilevati attraverso un’indagine internazionale sugli utenti online, attraverso accordi con i principali browser. L’attività della Coalizione si incrocia con i recenti comunicati stampa di Google, che ha annunciato per l’inizio 2018 una propria iniziativa di filtro dei formati pubblicitari attraverso Chrome.

Per maggiori informazioni contattaci



Investimenti pubblicitari


Novità sul credito d'imposta per gli investimenti sulla stampa

In merito al credito d’imposta a sostegno degli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha appena reso pubblico un documento con alcune informazioni essenziali, in attesa del Regolamento definitivo.

Leggi il documento (area riservata)



Informazione e fake news


Upa al tavolo Agcom su disinformazione online

UPA ha partecipato al tavolo tecnico promosso da AGCOM “per la garanzia del pluralismo e della correttezza dell’informazione sulle piattaforme digitali”, la cui riunione di insediamento si è tenuta lunedì 4 dicembre presso la sede romana dell’Autorità. L’obiettivo del Tavolo è quello di favorire iniziative di autoregolamentazione per l’individuazione ed il contrasto dei fenomeni di disinformazione online nonché per misurarne e valutarne gli effetti. In particolare la prima fase operativa si concentrerà sui temi che tipicamente sono oggetto di confronto politico-elettorale, mentre nel medio periodo il Tavolo approfondirà il fenomeno della disinformazione online su consumi e marchi.

Sono stati coinvolti operatori di molteplici filiere: editoria (carta stampata, televisiva e online), agenzie stampa, OTT, fact-checker e pubblicità, con un’ importanza particolare dell’Istituto dell’Autodisciplina (IAP). UPA ha apprezzato il rilievo posto dall’Autorità sulla necessità di rinforzare le iniziative di autoregolamentazione e ha sottolineato il lavoro già fatto con il Libro Bianco sulla Comunicazione digitale, che nel capitolo “Brand safety e Brand policy” riporta l’impegno degli aderenti al Libro Bianco “a garantire che non verranno pianificati siti illegali quali, fatte salve naturalmente tutte le ulteriori previsioni di legge… siti che propongono notizie false su dati o fatti manifestamente infondati o falsi (c.d. fake news)”.

Per scaricare il Libro Bianco



Scuola-lavoro per la comunicazione pubblicitaria


Upa firma un protocollo d’intesa con il MIUR-USR/Lazio

UPA ha firmato un protocollo di intesa con il “MIUR – Ufficio scolastico regionale del Lazio” per la promozione e lo sviluppo di azioni volte a favorire forme strutturate di collaborazione tra il mondo del lavoro e il sistema scolastico, con riferimento a tutti gli indirizzi della scuola secondaria di secondo grado, istituti tecnici, professionali e licei. Sarà costituito un tavolo paritetico MIUR/USR Lazio – UPA che si occuperà di definire nel dettaglio le attività per i giovani, il monitoraggio degli interventi, la raccolta delle valutazioni dei dirigenti scolastici e l’analisi delle richieste emergenti dal mercato del lavoro. UPA da alcuni anni ha già dato la disponibilità a stage scuola-lavoro per istituti scolastici in Lombardia con ottimi risultati in termini di reciproca soddisfazione dei ragazzi coinvolti nelle due settimane previste di stage. Si consolida pertanto anche con il recente accordo l’impegno dell’UPA nella promozione per le nuove generazioni della propensione al pensiero creativo e all’innovazione nell’ambito della comunicazione pubblicitaria.

Per maggiori informazioni





2016 UPA, all rights reserved

Qualcuno ti ha girato la nostra newsletter ma non sei sulla nostra lista, iscriviti qui

Non desideri più ricevere gli aggiornamenti di UPA, disiscriviti qui