Aggiornamenti legislativi e giurisprudenziali - ottobre 2017

NEWSLETTER MENSILE UPA

 

 




R&P Legal


Esteso il catalogo dei reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti ex D. Lgs. 231/2001

Lo scorso 27 settembre la Camera dei deputati ha approvato definitivamente il Disegno di Legge di modifica del Codice Antimafia che, tra le altre cose, ha esteso il catalogo dei reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti.

La Commissione Europea ha diramato con una comunicazione indirizzata al Parlamento ed al Consiglio contenente un set di linee guida per il contrasto ai contenuti illeciti online

La Commissione Europea ha diramato con una comunicazione avente titolo “Tackling Illegal Content Online Towards an enhanced responsibility of online platforms” indirizzata al Parlamento ed al Consiglio contenente un set di linee guida per il contrasto ai contenuti illeciti online in tema di diritto penale e violazioni dell’intellectual property

Cybersecurity aumentano gli investimenti delle PMI Italiane

Secondo un’elaborazione Unioncamere-InfoCamere sui dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio, tra il 2011 e la metà del 2017 le imprese italiane che dichiarano di offrire servizi nel campo della sicurezza informatica o della cyber-security sono aumentate del 36,8%, passando da 505 a 691 unità.

Cassazione Civile: lo sfruttamento del progetto pubblicitario altrui viola il diritto d’autore

Con sentenza n. 24062 del 12/10/2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che in mancanza di prova scritta della cessione del diritto di sfruttamento dell’idea creativa, la società committente non possa utilizzare il progetto realizzato da un’agenzia pubblicitaria in quanto i compensi ad essa corrisposti si limitano a remunerare l’attività professionale svolta, senza alcuna rinuncia ai diritti di questa sull’oggetto della propria creazione.

Cassazione Civile: la cessione del disegno utilizzato come prototipo comprende il diritto di riproduzione e commercializzazione

Con sentenza n. 20188 del 18/08/2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che il comma 2 dell’art. 109 della legge sul diritto d’autore secondo cui, in deroga alla disciplina generale, “la cessione di uno stampo […] o di altro simile mezzo usato per riprodurre un’opera d’arte comprende, salvo patto contrario, la facoltà di riprodurre l’opera stessa” è suscettibile di interpretazione estensiva.

Sostegno alle startup innovative: Smart & Start

Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 18 ottobre 2017 sono state introdotte alcune novità per gli incentivi a sostegno delle startup innovative.

Whistleblowing e D.Lgs. 231/2001

Approvato al Senato il Disegno di Legge che introduce nuove disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato. In quest’ultimo contesto, in particolare, il DDL modifica l’art. 6 D.lgs. 231/2001 introducendo per le società che hanno adottato il Modello 231 l’obbligo di introdurre canali

Corte UE: la registrazione su cloud non rientra nell’eccezione di copia privata

Si è espresso in tema di registrazione sul cloud di programmi televisivi l’avvocato generale della Corte di Giustizia UE, Szpunar, con le sue conclusioni rassegnate nella causa C-265/16, avviata sulla base di un rinvio pregiudiziale operato dal Tribunale di Torino dinanzi al quale VCAST Ltd., una società inglese

Diritto d’autore: nuova eccezione a beneficio di persone disabili

Con il Regolamento 1563/2017 e la Direttiva 2017/1564, l’Unione Europea ha dato attuazione al Trattato di Marrakech, volto ad introdurre una nuova eccezione al diritto d’autore ed ai diritti connessi a beneficio di persone con disabilità visive, fisiche, percettive e di lettura. Entro l’11/10/2018, gli Stati membri dovranno attuare la Direttiva prevedendo la possibilità, anche da parte di un’“entità autorizzata”



Studio Previti


Decadenza di marchi e brevetti inutilizzati ma difesi per ostacolare i concorrenti

Un marchio deve essere dotato dei requisiti della novità e capacità distintiva (sicché, nel caso di specie, il segno del noto scooter “Innocenti Lambretta” non potrebbe coesistere con il segno “Lambretta Innocenti”). Ma il ricorso per cassazione è inammissibile tutte le volte in cui il motivo si risolva in un’interpretazione del contenuto delle dichiarazioni rese dai testi ammessi in sede d’appello, dunque in una censura di merito (Corte di cassazione, sezione I, sentenza 4 settembre 2017 n. 20717).

Violazioni di diritti di proprietà intellettuale: risarcimento dei danni punitivi?

Internet e le nuove tecnologie digitali stanno trasformando il mondo in cui viviamo ed in particolare si sta assistendo all’affermarsi di nuovi modelli di business. A tal proposito, la Commissione Europea è nel pieno dell’iter legislativo per la creazione di un mercato unico digitale, le cui principali priorità sono l’ammodernamento della legge sul copyright ed il funzionamento delle piattaforme online.

Responsabile l’impresa per cessione di banche dati a fini elettorali senza il consenso

La Corte di Cassazione Civile, con la sentenza n. 18619/2017, è intervenuta sul tema della responsabilità delle imprese nel caso di cessione di banche dati per fini elettorali senza consenso ed informativa privacy, ritenendo in particolare applicabile l’aggravante prevista dall’art. 164 bis del Codice privacy anche nel semplice caso di acquisizione della banca dati, non rilevando ai fini della sanzione amministrativa che i soggetti presenti nel data base non siano stati poi successivamente raggiunti da sms elettorali.

Regolamento privacy, per il DPO competenze specifiche, non attestati formali

Le pubbliche amministrazioni, così come i soggetti privati, dovranno individuare il Responsabile della protezione dei dati personali con particolare attenzione, verificando la presenza di competenze ed esperienze specifiche. Non sono richieste attestazioni formali sul possesso delle conoscenze o l’iscrizione ad appositi albi professionali. Queste sono alcune delle indicazioni fornite dal Garante della privacy alle prime richieste di chiarimento in merito alla nomina di questa nuova importante figura – introdotta dal Regolamento UE 2016/679 – che tutti gli enti pubblici e anche molteplici soggetti privati dovranno designare non più tardi del prossimo maggio 2018.

Diffamazione

Il reato di diffamazione a mezzo stampa è configurabile solo se - travalicati i limiti di verità, pertinenza e continenza, il destinatario dell’offesa sia individuabile con certezza, anche in relazione al contesto in cui la notizia è inserita.

Start Up Innovative: incentivi fiscali per tutti!

La Commissione Europea con la decisione del 18 settembre scorso (SA 47184) ha autorizzato gli incentivi fiscali per chi investe in start-up innovative, previsti dalla legge di bilancio per il 2017, lo ha comunicato il MISE il 2 settembre scorso. Si ricorda che le persone fisiche beneficiano di una detrazione dall’IRPEF lorda pari al 30% della somma investita nel capitale sociale delle startup innovative, fino ad un investimento massimo di un milione di euro annui e le persone giuridiche di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% dell’investimento, con una soglia massima di investimento annuo pari a 1,8 milioni di euro.





2016 UPA, all rights reserved

Qualcuno ti ha girato la nostra newsletter ma non sei sulla nostra lista, iscriviti qui

Non desideri più ricevere gli aggiornamenti di UPA, disiscriviti qui